Search

Associazione Don Luigi Sturzo – “Anche i preti vanno in paradiso … Il volto di Don Ligi Sturzo”

 “Anche i preti vanno in paradiso… Il volto di Don Luigi Sturzo”. E’ il titolo alquanto intrigante del recital musical nato dalla prolifica fantasia di Don Carmelo Carvello.

L’opera artistica, scritta per l’associazione “Don Sturzo”, verrà rappresentata a Delia, domenica 26 novembre, giorno dell’anniversario della nascita di Luigi Sturzo, nella chiesa Madre, alle 19,00.
<<Riconoscendo le sue doti artistiche, abbiamo chiesto a Don Carmelo Carvello di scrivere il recital su questo grande maestro dell’umanità per farlo conoscere, amare ed imitare nella sua linearità comportamentale, nel suo profondo amore per la Chiesa e nel suo indomito coraggio nell’essere fedele agli ideali professati – ha detto il presidente dell’associazione “Luigi Sturzo”, il medico oncologo Stefano Vitello>>.
<Il recital musical – spiega Don Carmelo Carvello, – vuole rappresentare il processo di beatificazione di don Sturzo, interpretato da Lillo Lo Porto, ricorrendo ormai la chiusura definitiva della fase diocesana della sua canonizzazione. E’ anche un modo “nuovo”, ripercorrendo la sua vita e la sua opera, per cercare di dare delle risposte al rapporto spesso difficile tra politica e spiritualità, tra impegno sociale e fede >>.
A fare da filo conduttore dello spettacolo la figura del “teologo censore”, interpretato da Luigi Carvello, che nel musical interrogherà diversi personaggi. Da Gabriele De Rosa a Gaetano Salvemini. Dal Cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione per la causa dei Santi, allo storico e giornalista Massimo Baldini. E poi San Giovanni Paolo II e San Giovanni XIII.
Stefano Vitello ha anche accennato alle finalità dell’associazione. <<La nostra – ha detto è una  giovane realtà associativa, nata a Caltanissetta con lo scopo di promuovere il rispetto della persona e lo sviluppo integrale dell’uomo, di educare ad una coscienza critica rispettosa dei dettami costituzionali e dei sani principi etici, di contribuire alla moralizzazione della vita politica  e di alimentare la ricerca e la salvaguardia del bene comune. Essa fa riferimento all’universo dei valori cristiani e della Costituzione, approfonditi alla luce del pensiero sturziano>>.
<<Finalità queste – ha detto infine Vitello – condivise con il gruppo degli amici di Delia, che hanno creato di recente una sezione distaccata dell’associazione, con una responsabile cittadina la psicologa Claudia Montana, e di cui fa parte un folto gruppo di aderenti>>.
<<Questo movimento – ha detto da parte sua Claudia Montana – rappresenta un fermento culturale nuovo per l’intera comunità deliana. Il nostro augurio è quello di raccogliere i frutti che deriveranno dal potenziamento e dalla valorizzazione delle risorse presenti sul territorio>>
L’opera verrà messa in scena e interpretata dalla comunità “La Presenza”, fondata dallo stesso Don Carmelo Carvello.

Related posts

Leave a Comment

Loading...
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.