55mila euro per il commercio. “Somme nella disponibilità di Fidicommercio, non del Comune”

“La dotazione del fondo rischi per iniziative commerciali è avvenuta anni addietro da parte del Comune di Caltanissetta in favore del consorzio Fidicommercio di Confcommercio. Non si tratta di somme a disposizione del Comune ma di un finanziamento già trasferito al consorzio fidi, pari a 55 mila euro e che adesso l’assessore, Giovanni Guarino, ha proposto di sbloccare in favore di un progetto di rinascita commerciale della parte alta di corso Umberto”. Il sindaco di Caltanissetta, Giovanni Ruvolo, chiarisce così la questione che aveva sollevato dei dubbi da parte di alcuni commercianti del centro storico sull’impiego delle risorse. “Le somme non vengono erogate dal Comune ma da Fidicommercio – spiega Ruvolo -. L’amministrazione si è impegnata invece per liberarle in favore di un progetto ambizioso per la nascita di piccole imprese artigianali e di start up giovanili da realizzare anche nei 14 immobili di corso Umberto donati al Comune di Caltanissetta”.

Rimane di competenza del Comune infatti l’indicazione delle tipologie di progetti per sbloccare il fondo. L’intenzione è quella di puntare su artigianato creativo, imprese innovative e start up su iniziativa di giovani imprenditori.

Grazie al fondo rischi che controgarantisce i prestiti, il moltiplicatore che si genera è generalmente di uno a 15, ovvero per ogni euro di capitale garantito corrispondono 15 euro di finanziamenti concessi. Tale condizione si verifica se i progetti sono economicamente sostenibili. Il Comune di Caltanissetta metterà a bando l’affidamento degli immobili donati dalle eredi Profeta dando così l’opportunità ai giovani interessati che chiedono l’accesso al fondo rischi di presentarsi in banca con una garanzia di partenza e un locale per l’inizio attività.

Related posts

Loading...
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.