Palermo, bimba di tre anni ingerisce droga: grave in ospedale

PALERMO – Una bambina di tre anni è ricoverata al Buccheri La Ferla di Palermo per aver ingerito della droga. Le condizioni della piccola sarebbero gravi. Secondo quanto raccontato dai genitori, che sono stati interrogati dalla polizia, che indaga sull’accaduto, la piccola avrebbe ingerito la sostanza stupefacente trovata in strada. Sono in corso ulteriori accertamenti.

A gennaio una bimba di 18 mesi a Palermo, era stata ricoverata in rianimazione all’ospedale pediatrico Di Cristina a Palermo dopo avere ingerito dell’hashish. La piccola era stata trasportata inizialmente all’ospedale Buccheri La Ferla dai genitori e quando l’hanno visitata i medici hanno capito subito che aveva una intossicazione da assunzione di droga.

La bimba avrebbe trovato il pezzettino di hashish che ha ingerito in un comodino di casa e l’avrebbe ingoiato pensando che fosse una caramella. I genitori entrambi di 28 anni, che abitano nel quartiere Brancaccio, si sono accorti subito di quello che era successo e sono andati di corsa in ospedale. I due sono stati segnalati più volte come assuntori di sostanze stupefacenti. Il papà è finito anche in carcere per rapina.

Nell’agosto di due anni fa, una neonata di 8 mesi fu ricoverata sempre al Di Cristina dove i medici riscontrarono anche in questo caso la presenza di hashish nell’organismo della piccola. Il padre aveva ammesso di utilizzare la droga, la piccola ne aveva ingerito una piccola quantità mentre giocava in casa. Dopo essere stata dimessa, la bimba è stata data in affidamento ad un’altra famiglia.

Sei anni fa, vittima della droga fu un bambino di 18 mesi che rischiò di morire; in quel caso nelle urine i sanitari trovarono tracce di cocaina. I genitori, tossicodipendenti, furono entrambi accusati di lesioni gravi per aver lasciato sul tavolo tracce di cocaina che venivano ingerite dal bambino e dagli altri due fratelli. (gds.it)

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: